Logo Assodelfini
Donazioni

Sostieni l'associazione

Clicca qui

Newsletter

Rimani informato

Clicca qui

Notiziario

Ultima edizione

Clicca qui

5 X 1000

Dai il tuo contributo

Clicca qui

Detrazione IRPEF spese di acquisto veicoli

Pubblicato in Area giuridica il 13-12-2006

Le spese riguardanti l’acquisto dei mezzi di locomozione dei disabili danno

diritto a una detrazione di imposta pari al 19% del loro ammontare.

Per mezzi di locomozione s’intendono le autovetture, senza limiti di cilindrata,

e gli altri veicoli sopra elencati, usati o nuovi.

La detrazione compete una sola volta (cioè per un solo veicolo) nel corso di

un quadriennio (decorrente dalla data di acquisto) e deve essere calcolata su

una spesa massima di 18.075,99 euro.

È possibile riottenere il beneficio per acquisti effettuati entro il quadriennio,

qualora il primo veicolo beneficiato risulti precedentemente cancellato dal

Pra.

In caso di furto, la detrazione per il nuovo veicolo che venga riacquistato

entro il quadriennio spetta al netto dell’eventuale rimborso assicurativo e deve

comunque essere calcolata su una spesa massima di 18.075,99 euro.

Per i disabili per i quali, ai fini della detrazione, non è necessario l’adattamento

del veicolo, la soglia dei 18.075,99 euro vale solo per le spese di acquisto

del veicolo, restandone escluse le ulteriori spese per interventi di adattamento

necessari a consentirne l’utilizzo da parte del disabile (tipo pedana

sollevatrice, ecc.); spese che, a loro volta, possono fruire della detrazione del

19%, in base a quanto illustrato più avanti.

Si può fruire dell’intera detrazione per il primo anno oppure si può optare,

alternativamente, per la sua ripartizione in quattro quote annuali di pari importo.

INTESTAZIONE DEL DOCUMENTO COMPROVANTE LA SPESA

Se il disabile è titolare di redditi propri per un importo superiore a 2.840,51

euro, il documento di spesa deve essere a lui intestato.

Se, invece, il disabile è fiscalmente a carico, il documento comprovante la

spesa può essere indifferentemente intestato al disabile o alla persona di famiglia

della quale egli risulti a carico.