Logo Assodelfini
Donazioni

Sostieni l'associazione

Clicca qui

Newsletter

Rimani informato

Clicca qui

Notiziario

Ultima edizione

Clicca qui

5 X 1000

Dai il tuo contributo

Clicca qui

grande successo della mobilitazione delle associazioni

Pubblicato in News il 21-02-2007

La mobilitazione delle Associazioni dei giorni 19 e 20 febbraio 2007 con il presidio davanti al Parlamento ha dato un primo grande risultato ovvero la nascita di un tavolo di confronto che terrà incontri mensili fino alla risoluzione delle problematiche poste dalla Associazione I DELFINI, dall'ANADMA e dalle altre Associazioni dei malati. Alleghiamo i comunicati stampa governativi emessi dopo gli incontri con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio On.le Letta e con il Sottosegretario alla Salute Prof. Gaglione. lunedì 19 febbraio 2007 Letta incontra delegazione danneggiati da sangue infetto Si è svolto il 19 febbraio a Palazzo Chigi un incontro tra il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Enrico Letta, e una delegazione in rappresentanza delle associazioni di persone danneggiate da sangue infetto, coordinate dall'A.NA.DMA. Onlus._Nel corso dell’incontro, la delegazione ha illustrato al Governo le problematiche derivanti dall’applicazione della normativa in materia di danni morali e di indennizzi per le persone danneggiate da trasfusioni di sangue infetto, da somministrazione di emoderivati e da vaccinazione. Il Sottosegretario Letta ha preso atto delle questioni sollevate dalle associazioni, garantendo una sollecita risposta da parte del Governo. A tal fine, per approfondire alcuni aspetti specifici della materia, la delegazione sarà ricevuta il 20 febbraio in sede tecnica dal Sottosegretario alla Salute, Antonio Gaglione. martedì 20 febbraio 2007 Salute, sottosegretario incontra associazioni emo - danneggiati Il sottosegretario alla salute prof. Antonio Gaglione ha incontrato nel corso della mattinata il coordinamento di alcune associazioni nate a tutela dei cittadini danneggiati da emotrasfusioni. Il sottosegretario ha posto sul medesimo livello di discussione tutte le categorie di emotrasfusi danneggiati, talassemici, emofilici esclusi da precedenti provvedimenti transattivi, danneggiati occasionali. “Tutte le categorie di danneggiati – ha sottolineato Gaglione – devono ricevere eguale attenzione, senza ingiustificate suddivisioni per singole categorie. E’ necessario avviare un confronto sereno e concreto al fine di procedere in tempi congrui verso la definitiva composizione del problema”. Ministero e associazioni hanno trovato pieno accordo nell’impostare la discussioni attorno a due linee guida fondamentali: 1; la modifica della legge 210/1992 limitatamente alla rivalutazione legale dell’indennizzo e alla riapertura dei termini per la presentazione delle domande. 2; l’erogazione dei risarcimenti del danno secondo provvedimenti transattivi simili a quelli già erogati per gli emofilici. “In tempi brevi – ha aggiunto Gaglione – il Ministero istituirà un gruppo tecnico-scientifico, coordinato da esperti del mondo accademico, al fine di adottare parametri e linee guida da inoltrare alle commissioni mediche al fine di scongiurare fenomeni di ineguali valutazioni”. All’incontro ha partecipato il dott. Filippo Palumbo, direttore generale della programmazione sanitaria, la dott.ssa Anna Grazia Ascenzi, direttore dell’ufficio competente in materia di indennizzi e risarcimenti e altri funzionari del ministero della salute. Il tavolo ha fissato la data della prossima riunione per martedì 27 marzo 2007.